أخبار البازيليك

Divina Liturgia in Qarantena

Cari fedeli, Cavalieri e Dame e amici sacerdoti ‎
della Basilica minore di Santa Maria in Cosmedin, ‎
desidero prima di tutto ringraziare il Signore per essermi stato accanto con ‎la Sua infinita Misericordia e attraverso le Vostre preghiere ho potuto ‎cogliere nel profondo del mio cuore il Vostro affetto e la Vostra vicinanza, in ‎questo momento di prova che la vita mi ha riservato. ‎
‎ Ho sperimentato il sostegno spirituale della mia comunità in Italia e ‎dell’aiuto concreto dei reverendi sacerdoti amati, padre Jean-Ariel Bauza ‎Salinas OP‏ ‏e padre Thomas Paul Sherman SJ che si sono prodigati affinché ‎si celebrasse la Divina Liturgia in Basilica durante la mia assenza forzata. ‎Ringrazio tutti coloro che hanno dato il loro contributo durante le Liturgie; ‎dai cantori, ai lettori e chi ha operato sull’altare, nessuno è escluso nel cuore ‎del Padre e nel mio. ‎
Domenica 10 gennaio 2021 ho potuto concelebrare la Divina Liturgia dal ‎soppalco per rispettare le normi vigenti in merito alla quarantena sanitaria, ‎ma dall’alto, accanto al Crocifisso ho sentito nel mio cuore tutte le Vostre ‎richieste di intercessioni di preghiera. Abbracciando il Crocifisso ho avuto ‎delle emozioni forti, di sentimenti contrastanti, dal pianto, al sorriso, dallo ‎sgomento alla gratitudine. Questo è un sperimentare che la comunione che ci ‎unisce al Sommo Bene è proprio il Suo amore infinito. ‎
Ho ricordato in questi giorni uno scritto fantastico dell’allora Cardinale ‎Ratzinger: ‎
‎ «Ciò di cui abbiamo soprattutto bisogno in questo momento della storia sono uomini ‎che, attraverso una fede illuminata e vissuta, rendano Dio credibile in questo ‎mondo… Abbiamo bisogno di uomini che tengano lo sguardo dritto verso Dio, ‎imparando da lì la vera umanità. Abbiamo bisogno di uomini il cui intelletto sia ‎illuminato dalla luce di Dio e a cui Dio apra il cuore, in modo che il loro intelletto ‎possa parlare all’intelletto degli altri e il loro cuore possa aprire il cuore degli altri. ‎Soltanto attraverso uomini che sono toccati da Dio, Dio può far ritorno presso gli ‎uomini» (L’Europa di Benedetto nella crisi delle culture, Siena 2005, pp. 63-‎‎64). ‎
Affido tutti i fedeli specialmente quelli che soffrono nel corpo e nello spirito ‎alla Theotókos, Madre di Dio e imploro la Madre Santissima di Cosmedin di ‎custodire e proteggere Padre Ariel e Padre Thomas nel loro sacerdozio. ‎
Che Dio ci benedica nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. ‎Amin. ‎
‎ Archimandrita Chihade Abboud.

مقالات ذات صلة

اترك تعليقاً

لن يتم نشر عنوان بريدك الإلكتروني.

زر الذهاب إلى الأعلى